Il Timo: la pianta del buon auspicio

  • -

Il Timo: la pianta del buon auspicio

Category : I Prodotti Pugliesi

Il genere Thymus appartiene alla famiglia delle Labiacee e tra le tante specie vi è il timo comune,Thymus vulgaris, che è originario del Mediterraneo Occidentale. Il Thymus vulgaris è molto diffuso sul territorio italiano, presente allo stato spontaneo o coltivato. Le sue foglie sono piccole e allungate, di colore verde-grigio e ricoperte da una fitta peluria.

Le proprietà benefiche di questa pianta sono legate alla presenza di una sostanza: si tratta di un fenolo, il timolo, potente antisettico, antispasmodico e vermifugo.

Vediamo quali sono le proprietà della pianta! A livello topico è un buon disinfettante della pelle e stimola la circolazione sanguigna svolgendo un’energica azione defatigante sul viso. Potente digestivo e carminativo, è efficace contro le infezioni alle vie urinarie e le infiammazioni dell’apparato respiratorio ed è un ottimo rimedio contro la tosse, asma, bronchite e raffreddore per le sue proprietà balsamiche e fluidificanti. Per le stesse proprietà è utile anche contro il mal di testa. Anche i decotti e gli infusi di timo sono molto utili: sono usati per detergere piccole ferite e per disinfettare il cavo orale. E una tisana di timo può essere utile in caso di tosse o per favorire la digestione.

Il timo in cucina è molto apprezzato sia per le qualità organolettiche che per l’effetto digestivo.
Si sposa bene con molti cibi come carni arrosto o in umido, pesce, verdure, funghi, oli e aceti aromatici. Il timo può essere essiccato e dopo l’essicazione non perde il suo aroma, anzi, il suo profumo risulta più intenso, come avviene anche per l’origano e il rosmarino.

Una prelibatezza sin dai tempi antichi era il miele al timo…e lo è tutt’oggi! Le caratteristiche di questo miele: alto tenore di fruttosio, enzimi e acidità. Come la pianta, è un potente antisettico generale, da utilizzare contro tutte le malattie infettive, sia polmonari che delle vie urinarie o intestinali, è stimolante per combattere la stanchezza e il deperimento fisico, per curare la tosse, ed è un eccellente vermifugo.

Una curiosità: nel Medioevo le donne mettevano sotto il cuscino un rametto di timo per allontanare gli incubi e le dame erano solite ricamare sulle insegne dei cavalieri delle piante di timo come segno di buon auspicio.

Ed anche la pianta del timo non può mancare nella nostra masseria…usata in cucina nella preparazione dei piatti della tradizione locale…a volte rivisitati dallo chef! Siete curiosi? Prenotate un tavolo o meglio venite a passare le vacanze da noi qui in Puglia alla Masseria Baroni Nuovi e vi faremo degustare i piatti del Salento con le erbette della masseria! Una vacanza in un agriturismo da sogno vi aspetta!!!

timo


By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close